Affido Familiare

affido

L’affidamento familiare è una risposta di cura, di tutela, di educazione per bambini e ragazzi, temporaneamente privi di un ambiente familiare idoneo, che si attua attraverso l’inserimento dei minori presso parenti o presso un nucleo familiare diverso da quello originario. Il nucleo familiare può vedere la presenza di entrambe le figure parentali o essere costituito da una persona singola. L’accoglienza del bambino o del ragazzo avviene per un periodo di tempo definito, di norma non superiore a due anni.

 L’affido familiare rappresenta una tipologia di intervento complessa, che coinvolge in egual misura il minore, la famiglia biologica e il nucleo accogliente, persone legate l’una all’altra durante tutto il percorso. La finalità primaria dell’istituto dell’affido resta, comunque, la salvaguardia e la tutela dei bisogni e delle necessità psicofisiche dei minori, che pertanto assumono un ruolo centrale all’interno della progettualità.

L'affidamento si realizza inserendo il minore in un nucleo familiare diverso da quello originario o in una comunità familiare per il tempo necessario perché cessi la condizione di disagio o rischio.

I diversi tipi di affidamento sono :

  • Consensuale, quando la famiglia di origine è concorde con tale provvedimento. E' disposto dal Servizio Sociale locale con il consenso dei genitori o del tutore del minore (qualora ci sia) ed è reso esecutivo dal Giudice Tutelare;
  • Giudiziale, quando manca il consenso della famiglia di origine. In questi casi è decretato dal Tribunale per i Minorenni.

A seconda della durata e del tipo di accoglienza può essere:

DIURNO o PART-TIME: quando il bimbo trascorre l'intera giornata con gli affidatari, rientrando la sera dai suoi genitori. Questa tipologia comprende il sostegno al minore anche o solo per alcune ore della giornata

RESIDENZIALE A LUNGO TERMINE: quando il bambino trascorre la propria quotidianità (giorno e notte), per lunghi periodi (mesi o anni) con gli affidatari, mantenendo al contempo i rapporti con la propria famiglia;

RESIDENZIALE A BREVE TERMINE: tutti quei casi in cui il bambino viene sostenuto da una famiglia/persona per brevi periodi di tempo

d'URGENZA: in situazioni in cui si rende necessario accogliere un bambino o adolescente in situazioni non previste ed urgenti,

In relazione alle diverse tipologie di affido familiare, distinguiamo:

l’affido diurno, part-time, educativo: Gli affidatari  si occupano dei  bisogni portati dal minore, attinenti la educativa, relazionale. 
L’obiettivo è soprattutto quello di sostenere e potenziare le funzioni dell’Io del bambino o dell’adolescente. di contenere le manifestazioni di disagio
L’affido intrafamiliare: il bambino è affidato a membri della famiglia allargata
L’affido etero-familiare: Quando il minore è temporaneamente privo di un ambiente familiare idoneo può essere affidato a un’altra famiglia, preferibilmente con altri figli minori, o ad una persona singola, o ad una comunità di tipo familiare, al fine di assicurargli il mantenimento.

Vuoi informazioni?

gea 200x120 bianco

Via Venezia, 13 70122 Bari (BA)

+39 080.530.64.15

+39 080.530.36.27

 

gea 200x120 blue

La GEA Società Cooperativa Sociale è una Cooperativa Sociale di tipo “A” (L.381/91), finalizzata alla gestione dei Servizi Socio – Sanitari ed Educativi.
Nasce a Bari–Palese nel giugno 1984 e nei diversi anni di attività ha sviluppato nell’ambito dei territori d’intervento, una rete socio–assistenziale ed educativa territoriale, sia con ...
Leggi tutto...